E’ uscito l’ 8  Dicembre  e si chiama “I capricci della moda”, il libro di Franca Sozzani che raccoglie tutti i post del direttore dal lancio di VOGUE.it

Per l’occasione e’ nata la “VOGUE experience”, ovvero la possibilità di visitare gli uffici di VOGUE Italia e farsi autografare la copia del libro da Franca Sozzani in persona.

L’evento si è concluso oggi, domenica 12 dicembre, ma se ve lo siete persi, qui di seguito un mio piccolo resoconto di come è andata.
Parto di corsa dopo un pomeriggio super stressante tra ricerche di regali di Natali vari e mi accorgo che sono in ritardo.

L’evento era su prenotazione e io avevo l’appuntamento Sabato 11 Dicembre tra le 17.00 e le 18.00
Prendo la metro di corsa e arrivo al volo in piazza Cadorna a Milano, dove si trova la sede di Condè Nast.

Entro nell’edificio, dove mi registro e mi etichettano sulla giacca  un enorme adesivo dalla scritta “Guest”, subito dopo una ragazza mi sorride e mi accompagna al piano degli uffici di Vogue.

L’edificio e’ il classico palazzo storico milanese, davvero molto bello.

“Per farti firmare il libro, l’ufficio del direttore è da quella parte” mi congeda la ragazza che mi ha accompagnato al piano.
Sono negli uffici di VOGUE Italia!
Inizio a scorrazzare in lungo e in largo, gli uffici sono un po’ come me li ero immaginati: grandi quadri alle pareti, lunghi corridoi, rigorosamente Mac sulle scrivanie, pile di riviste un pò ovunque.

Nei quadri, i servizi fotografici storici di Vogue, davvero unici.
Entro nell’ufficio di Franca Sozzani, una stanza enorme con una parete con tutte le ultime copie di Vogue.


Nella stanza diversi ragazzi in attesa di farsi firmare la  copia del libro.

Franca sorride, chiede a tutti cosa fanno nella vita, i progetti futuri, scherza e prende in giro Eva Riccobono, modella italiana (davvero bellissima) anche lei li per l’occasione.

Per poco ho perso l’occasione di incontrare Anna Piaggi, un vero mito del giornalismo di moda, anche lei negli uffici di VOGUE per l’evento ma appena andata via.

Arriva il mio turno con Franca Sozzani, mi avvicino e le porgo la copia del mio libro per la dedica, vedere dal vivo qualcuno per cui provi profonda ammirazione è sempre strano… fino a che non le dai quasi della vecchia!
Naturalmente molto ingenuamente,  parlando tiro fuori la frase “anche se sono troppo vecchia per studiare…”, lei si gira verso di me e mi chiede “quanti anni mai avrai??”
A quel punto il gelo.
Mi ricordo improvvisamente che usare la parola “vecchia” verso te stessa con qualcuno che ha almeno il doppio dei tuoi anni non è forse molto carino o educato.
Ad ogni modo, nulla di grave, non sembra aver colto in modo negativo il mio commento e mi saluta con un caldo sorriso (o forse è semplicemente molto gentile).

Mi è sembrata una vera donna di classe, di quelle di altri tempi.
Nella sua figura minuta e aggraziata da tuttavia l’impressione di una donna molto forte e tenace.

Faccio un’altro piccolo giro negli uffici per scattare qualche foto e poi torno verso casa.
Chiudendo la porta di VOGUE mi guardo indietro e penso “chissà se in futuro ci tornerò ancora…”.

Unknown source

Unisex Outlet 468x60