Avete visto la collezione P/E 2012 di Dolce&Gabbana? Normalmente questo brand non rientra tra i miei preferiti ma non posso fare a meno di adorare gli abiti con gonna ampia con stampe “ortofrutticole“. Eh si perché quelle che a prima vista mi sembravano fiori sono in realtà cipolle, pomodori, melanzane. Fantastico.
L’estetica della collezione rimanda agli anni ’50, al sud Italia, alla Sicilia, alle canotte e alla coppola. Niente di nuovo per Dolce&Gabbana, anche se è un immaginario che ha i suoi rischi perché non fa altro che alimentare lo stereotipo che gli stranieri hanno dell’Italia: spaghetti, paese del sole, ragazzi in giro in Vespa e sopratutto ferma agli anni 50. Ma stavolta non ho potuto resistere!
Vedendo i capi di questa collezione ho immediatamente pensato a Capri, alla Costiera Amalfitana (lo spot del profumo D&G è infatti ambientato tra i faraglioni di Capri) pur non essendoci mai stata, perché immaginario collettivo vuol dire anche questo: conoscere i luoghi attraverso i racconti, le fotografie e sopratutto le immagini dei film degli anni ’50, le grandi dive come Sophia Loren e Gina Lollobrigida.
Dunque ecco a voi la versione low cost del look di Dolce e Gabbana, così come mi immagino io il look perfetto per passeggiare tra le viuzze di Capri, o per una gita in Vespa rigorosamente sedute dietro con gambe di lato e strette a un isolano abbronzato e in canottiera bianca. Cosa avevamo detto? No agli stereotipi?

Unknown source

Unisex Outlet 468x60