“Il dolore portò lacrime,

 

le lacrime colmarono il vaso della rabbia

 

e lo fecero traboccare.


L’agnello sacrificale diventò lupo.”


Muriel Buminto

Violence vs Violence è la prima linea opera d’arte/abbigliamento firmata Muriel Buminto.

il motivo della linea è la risposta scomposta della donna a secoli di maltrattamenti etici, fisici e psicologici.

IMG 5921

Miry@m: la tee per dire NO al femminicidio

è in questa maniera che Spyyes affronta l’argomento in maniera provocatoria ed inaspettata, non tanto per l’idea in se, ma più per le opere di Muriel Buminto riportate sulle tee ed il concetto espresso.

VvsV (nome della collezione della quale fa parte la tee Miry@m) infatti sta per Violence vs Violence. Rispondere alla violenza con altra violenza, Le opere di M. Buminto nella collezione Violence vs Violence sono infatti create dall’interazione di 4 elementi: lame ( per tagliare), tirapugni (per spaccare), catene(per legare) ed uncino portoghese (per creare ed estrarre).

Per entrare meglio nella filosofia della tee Miry@m, dobbiamo conoscere la storia di Muriel Burminto.

Muriel Buminto è un artista poliedrico nato negli anni 70 a Berna da una famiglia benestante di origine mediterranea.

Dopo aver concluso gli studi classici decide di prendersi un periodo sabbatico con lo scopo di arricchire le proprie esperienze.

Fin da subito, Muriel è attratto dall’arte in tutte le sue forme, passando dalla letteratura, alla musica, alle sculture, al pittura fino ad arrivare alla fotografia ed è proprio imbracciando una macchina fotografica che avviene il vero contatto tra l’artista e le culture con le loro problematiche.

Fu così che da un periodo sabbatico, Muriel resta 17 anni in giro per il mondo, per poi ritornare alle origini per tirare le somme riguardo alle proprie sensazioni.

In tutto ciò esso è rimasto colpito da un fattore comune a tutte le aree geografiche visitate dall’artista: è il ruolo secondario, se non addirittura inutile e marginale, che la donna ricopre.

é quindi inevitabile la successiva riflessione su quanto la donna sia il punto d’inizio della vita e quanto questa meravigliosa sorgente debba essere salvaguardata ed onorata, sognando di arrivare ad una totalità non più di donne oggetto ma di donne soggetto.

Creare un sistema di sicurezza; aprire un occhio vigile sulla incolumità femminile …

La Linea Violence vs Violence vuole quindi rappresentare metaforicamente la risposta scomposta della donna a secoli di maltrattamenti etici, fisici e psicologici.

IMG 5935

SPYYES invece nasce nell’estate del 2013 ed è un brand italiano di totale interazione tra installazioni artistiche e abbigliamento casual-sport.

Il suo logo è un occhio, sul sito possiamo leggere:

L’iride è un obiettivo fotografico, che rappresenta visivamente il macro concetto di promozione del prodotto, “spiare”, “guardare” dal proprio punto di vista, essere quindi sia il protagonista, sia il regista dell’azione che si osserva, le Collezioni a marchio Spyyes narrano la realtà contemporanea nelle sue sfaccettature più crude



Nel loro caso, il logo rappresenta la lente d’ingrandimento su ciò che accade nella vita e l’obiettivo di Spyyes è quello di focalizzare i contenuti più significativi sensibilizzando l’attenzione della gente.

tutto ciò è realizzato promuovendo artisti contemporanei e rivolgendosi ad un pubblico attento e sinergico.

Gli Elementi chiave non possono quindi essere diversi dalla ricerca artistica e stilistica che riproduca quotidianità in maniera assolutamente fedele, ma soprattutto negli aspetti più simbolici;

E’ una comunicazione rivolta ad un target trasversale.

Personalmente la trovo un’idea grandiosa e non posso fare altro che appoggiare a pieno questo progetto.

Vediamo sotto uno shooting dove interpreto la Tee.

Vi ricordo inoltre che potete seguire le novità di Spyyes alla pagina Facebook: https://www.facebook.com/pages/Spyyesit/158384107695516?fref=ts

e sul sito web:

www.Spyyes.it

 

IMG 5913IMG 5924

IMG 5927

IMG 5929

IMG 5932

IMG 5935

IMG 0007 2

Unisex Outlet 468x60