È il tripudio dello sfarzo, una contemporanea fiera della vanità quella proposta da Roccobarocco.
Le ricchezze e gli eccessi delle sete e dei colori sanno di antica Cina. L’Oriente riecheggia in tutta la collezione fatta di tessuti laccati in oro, sfavillanti e sensuali, allacciature dei colletti, stampe che riprendono il mito del dragone cinese. I colori sono quelli delle foglie del thè e dell’avorio, con tocchi di verde smeraldo, turchese e arancio. Il motivo orientale si intreccia a quello del pizzo, con minidress a balze per una primavera-estate all’insegna del “too much”. La ricchezza e l’esibizione del lusso sono evidenti nella scelta della varietà dei materiali: denim, chiffon, organza, taffetà, lurex, seta, raso e lamè. Le forme non hanno bisogno di esagerazioni, sono ampie o affusolate e le lunghezze spaziano da quelle mini per i dress romantici alle midi per i tubini più seriosi. Pietre dure e oro per gli accessori, all’insegna di una iperfemminilità imperiale.

Testi: Maria Teresa Moschillo
Foto: Alessandra Soldo

Unknown source

Unisex Outlet 468x60