Il bello del Fashion Camp è anche questo, incontrare  designer di cui  hai ammirato le collezioni,  di cui hai apprezzato i  dettagli, i colori usati , lo stile unico ,  designer sui quali tante domane ti eri posta, sul loro modo di essere, sulla fatica nascosta dietro metri di tulle, seta e orli, sulle loro ispirazioni e sui progetti per il futuro.

Incontrare Giorgia Arcidiacono di Momo Galèn al Fashion Camp è stata l’occasione per soddisfare la mia curiosità su questa giovane artigiana/designer pugliese, creatrice di meravigliosi cappellini di ispirazione Anni ’30, conosciuta grazie alla Fashion Consultant Pina Sansone all’interno dell’atelier Orfane 30 a Torino.

Giorgia Arcidiacono è giovanissima, allegra, creativa, piena di idee e voglia di fare,  un entusiasmo contagioso e una lunga esperienza sartoriale presso Marni, Normaluisa e Bellantuono,  esperienze seguite agli  studi  presso l’Istituto Marangoni.

Il suo tratto distintivo è quella creatività dal sapore un pò vintage, che unisce una perfetta geometria delle forme all’utilizzo di preziosi pezzi recuperati: bottoni gioiello, nastri, conchiglie e pellicce.. la sua impronta retrò ravviva delle mise moderne, aggiunge brio al classico tubino nero, aggiunge spirito e personalità e quel  tocco glamour ed inaspettato.

I cappellini/cerchietto, sono ideali per le occasioni speciali, ma sono perfetti anche con le  più pratiche mise da giorno, aggiungeranno un pizzico di ironia e personalità al nostro look senza appesantirlo creando un delizioso connubio tra semplicità ed estro.

 

Unknown source

Unisex Outlet 468x60