Assistente di Riccardo Tisci, ora famosa modella,  è saltata alle cronache a giugno quando concesse una lunga intervista a Vanity Fair parlando di sè e del suo lungo  percorso.



Lea T nasce Leandro Cerezo, figlio di un giocatore brasiliano che per anni ha militato in alcune squadre di calcio italiane.
Difficilmente prima si era parlato del mondo dei Trans senza cadere in fatti di cronaca, di droga, di prostituzione; sono stata davvero molto felice che abbiano dato importanza ad un personaggio positivo come Lea T.
Durante la sua intervista ha ripercorso i momenti più importanti della sua vita: l’infanzia e parte dell’adolescenza in Italia, i primi disagi davanti lo specchio, l’entrata nel mondo della moda inizialmente come modello, e poi l’incontro con Riccardo Tisci, che capì il suo disagio e la fece uscire dal guscio.
Intervista, ribadisco, molto interessante perchè ci ha mostrato un lato del mondo transessuale che spesso viene lasciato ai margini, ovviamente fa più clamore un trans coinvolto  in vicende di droga o corruzione; in questo caso invece  si ha davanti una semplice ragazza che narra il suo lungo percorso.
Proprio per questo motivo ho deciso di dedicarle questo post.
Forse per i più  attenti Lea T non è un volto nuovissimo, spesso è presente nelle campagne pubblicitarie di Givenchy.

Io la trovo sensazionale, molto interessante e con un fisico pazzesco.
Voi che ne pensate??


Unknown source

Unisex Outlet 468x60