Nel 2003 usciva nelle librerie un romanzo che accese in me quella passione che tutt’oggi nutro per la moda.
Già il titolo “Il diavolo veste Prada”,partorito dalla penna di Lauren Weisberger, la diceva lunga: era destinato a diventare un fenomeno editoriale. Tre anni dopo usciva il film, trasposizione quasi fedele del romanzo, e campione d’incassi. Tutta la storia, come sappiamo, ruota attorno a questo mondo che,sulla passerella ci appare così folgorante nella sua perfezione ma che,dietro le quinte, nasconde la sua parte più oscura e malvagia.
Ed è proprio nel retroscena di nostra signora Moda che viene catapultata per caso la giovane Andy,neolaureata e  con grandi ambizioni giornalistiche.
Insperatamente assunta all’interno della prestigiosa rivista di moda Runway,nonostante la sua totale inattitudine sottolineata,in primis, dal modo di vestire,a base di golfino sfeltrito e gonna della nonna, che non tarderà ad essere denigrato da un’implacabile e impeccabile direttrice,Miranda Priestly.
Andy è convinta che questo possa essere il trampolino di lancio per la sua carriera ma, ben presto, si ritroverà alla completa mercé dei capricci di Miranda.
Intanto il fascino del lusso prende il sopravvento sul vecchio maglioncino acrilico,tanto da trasformare l’ingenua e un pò goffa ragazza acqua e sapone in una perfetta icona di stile.
Andy cambierà non soltanto nell’aspetto: cambierà il modo di vedere il mondo,forse perché filtrato attraverso gli occhi di Miranda. Le richieste del suo capo-mastino che fino ad un attimo prima sembravano essere tanto assurde,cominciano ad essere quasi legittime e dovute. Andy cambia nel momento in cui preferisce accontentarsi di briciole, nel momento in cui piega tutta la sua vita per ricevere in cambio un pizzico di riconoscenza dal suo capo, anche a costo di trascurare gli affetti più cari. Ma si sa: il diavolo può anche insidiarsi silenzioso nella nostra vita;siamo noi che dobbiamo essere più furbi di lui nel riuscire a smascherarlo.
Andy riuscirà,per fortuna, a rimuovere quel filtro dagli occhi e a fuggire da quel mondo che minacciava di inghiottirla per sempre.
L’avevamo lasciata che voltava le spalle a Miranda, per inseguire l’orizzonte delle sue vere ambizioni. Ma se vi dicessi che non è finita qui?

Ad aprile di quest’anno è uscito il nuovo romanzo “La vendetta veste Prada- Il diavolo ritorna”.
Andy adesso lavora in un giornale di moda dedicato alle spose e coincidenza vuole che anche lei stia convolando a nozze, con un certo Max Harrison,giovane e ricco imprenditore.
La sua vita sembra perfetta, fino al giorno in cui si scontrerà di nuovo con quella della sua acerrima ex capa..
Le voci di un adattamento cinematografico non sembrano essere state smentite: non ci resta che attendere trepidanti!

http://fashionvoice93.blogspot.it/2013/06/la-vendetta-veste-prada-il-diavolo.html

Unisex Outlet 468x60