La National Portrait Gallery è una damigella d’onore perpetua – l’altra galleria nazionale all’ombra di The National Gallery, nascosto dietro a San Martino posto mentre la Galleria Nazionale si fatturazione superiore a Trafalgar Square. Se gallerie avevano sentimenti, immagino che sarebbe piuttosto Thatcher.

 

Le competenze della National Portrait Gallery non è quello di visualizzare l’arte migliore. E ‘per visualizzare la storia della nazione nei ritratti. Così, mentre un grande quadro di qualche pescatore anonimo potrebbe non fare il taglio, una brutta ritratto di Nelson o Keats potrebbe – se quella era l’unica immagine che abbiamo avuto. Fortunatamente, le persone più illustri sono riusciti a ottenere dipinto da abbastanza buoni pittori. E, naturalmente, alcuni grandi pittori ci ha fornito autoritratti troppo.
Qui sono i miei primi 10 mette in evidenza:
Cominciamo dall’inizio, Abiti da Damigella Schiena Scoperta , con il più antico dipinto della collezione – un ritratto superbamente caratterizzato di Enrico VII, risalente 1505. I suoi occhi furbi si riassumono come si guarda, la sua bocca è stretto e si può quasi sentire le vene pulsare guancia – ma sono le mani afferrare appoggiate sulla cornice del quadro, che rendono davvero funzionare, come se stesse tamburellando con le dita per l’impazienza .

 

John Donne stesso aveva dipinto su 1595, e che bella poseur è – cappello floscio, lunatico sguardo, le braccia conserte, tutto bene pizzo ed eleganti dita lunghe. C’è qualcosa di un po ‘Rolling Stones su di lui – ma lo fa così bene, non si sente alcun affettazione. Un po ‘come la sua poesia in realtà.

 

Hogarth, da Hogarth. A differenza di altri pittori che creano dramma nella loro autoritratti (ad esempio foto Sir Joshua Reynolds ‘di se stesso che guarda, riparandosi gli occhi con la mano, come se dipingendo un paesaggio), Hogarth si mostra bene e nel male al suo lavoro quotidiano di pittura – testa rasata, gambette tozze e il disegno di gesso preparatorio ancora visibile sul cavalletto. Ma è quello che non si vede che è più divertente di questo quadro -. Il cane pipì contro un mucchio di antichi maestri, che ha avuto un ripensamento circa e dipinto sopra .

 

Mary Wollstonecraft, autore di diritti della donna e femminista pionieristico, è stato dipinto da John Opie con grande moderazione. Il suo vestito di cotone semplice e la serietà del suo volto, riflettono i valori dell’Illuminismo – concentrazione di Rousseau-esque sull’umanità di base, evitando la visualizzazione di ricchezza o status sociale. Un potente ritratto di un pensatore importante.

 

Per contro, il ritratto di Jane Austen è quasi comicamente male, e anche i suoi parenti a quanto pare non erano convinti da essa. Ma ti senti così vicino al reale Jane – il ritratto incompiuto è stato abbozzato dalla sorella Cassandra, e con le sue linee a matita esitanti, è quasi provocatoriamente fatto in casa, in una galleria farcito con ritratti pretenzioso posti .

Un ritratto anamorfico di Edoardo VI, da William Scrots (che nome!). Come Magic Eye, sarà o vanificare senza fine o vi riempia di gioia. Si presenta come un misto di Damien Hirst e Salvador Dalì a prima vista -. È necessario guardare da destra e regolare l’altezza fino a che non è solo alla giusta prospettiva, e poi scaturisce fuori a voi .

 

Isambard Kingdom Brunel, il nostro più grande ingegnere, è fotografato sullo sfondo di catene enormi, le mani in tasca e un sigaro in bocca. Il suo atteggiamento è uno di auto-soddisfazione e anche compiacimento, ma tutti i suoi vestiti sono arruffati.

 

Un altro ritratto di fumare – il grande attore Sir Richard Burton, presa dal basso, il volto in ombra, la sua mano oscurando la sua bocca, il fumo della sigaretta che va alla deriva verso l’alto, Abiti da Damigella Bianchi , i capelli indisciplinati – tutta l’oscurità e ribellione che lo ha reso grande sembra essere catturati in questa fotografia di Daniel Farson.

 

Venendo a destra fino ad oggi, il doppio ritratto di Chris Garnham di Gilbert e George rende perfettamente omaggio al loro lavoro, creando due piccoli santuari, ma anche proponendo le forme di uccelli gabbie o radio in bachelite. Mi piace l’umorismo eccentrico e facce impassibili.

 

E infine un po ‘di macabro. Il ritratto anonimo circolare di Sir Thomas Wyatt sembra come se deriva dalla tradizione rinascimentale italiana di busti e medaglie ritratto – un bel profilo, tagliato al collo, su uno sfondo blu punteggiato, molto formale e allo stesso tempo ben osservata . Ma è stato dipinto un po ‘di tempo dopo la sua morte – e in effetti è stato tagliato fuori al collo, a Tower Hill, nel 1554.

 

La National Portrait Gallery non è mai forse avrà la forza di attrazione del posto accanto con i suoi maestri del passato e quadri impressionisti. Ma ha le sue delizie, quindi spero che questo ha ispirato alcuni lettori di andare a dare un’occhiata.
Timea Szabo è uno scrittore di viaggi e blogger con sede a Londra. Per i turisti che vogliono soggiornare in un hotel di lusso a 5 stelle, con ottimi collegamenti per la National Portrait Gallery, lei raccomanda le suite di lusso di Londra presso il Baglioni di Kensington, che attualmente ha un pacchetto speciale esperienza culinaria disponibili, tra cui una cena nel suo ristorante Moreno.

Unknown source

Unisex Outlet 468x60