Roma – Attilio Runello – La location è quella dell’ Hotel Excelsior in Via Veneto. Sala gremita di pubblico e stampa. II percorso della sfilata si snoda lungo il suo perimetro.
E’ qui’ che domenica 1 febbraio Nino Lettieri ha presentato la sua nuova collezione per una donna sofisticata. E per la prossima primavera/estate ha fatto sfilare in passerella una donna contemporanea, dinamica, audace, sensuale che ama indossare abiti dalle linee pulite ed essenziali: per l’appunto “sophisticated”.
La fonte d’ispirazione della collezione è quella di una figura geometrica ricavata da un mosaico dell’antica città di Pompei (dove ha sede la Maison Lettieri) proposta in svariate tecniche su diversi tessuti nobili come organza, chiffon, gazar, mikado, tulle e leggera pelle ecologica. E cosi la bellezza del mondo classico entra a far parte delle ultime creazioni dello stilista.
Come avviene in tutte le sfilate di questo couturier, la sua nuova collezione nell’ambito di AltaromaAltamoda – kermesse capitolina dedicata alle anticipazioni haute couture – si è svolta in un’atmosfera di grande magia creativa.

La sua vena stilistica rimane permeata dal fascino sprigionato dai capi che si offrono ad un pubblico sempre desideroso di ammirarli, di viverli.
Trenta outfits che rievocano gli anni ’50 e ’60, dal nero al bianco e al verde smeraldo.
Per il giorno capispalla stile kimono di varie lunghezze, realizzati in mikado ed organze con stampe geometriche – disegnate dallo stilista – con pantaloni garçon ed hot pants. Nella versione sera con ricami di piccoli jais neri.
Abiti cocktail al ginocchio con gonne a pieghe di chiffon, organza e tulle. Corpetti bianchi, neri e verde smeraldo con scollature vertiginose, ricamati con cristalli neri.
Nino Lettieri propone per la primavera una ballerina in nappa di vitello nero e per l’estate ha creato per la sua donna un sandalo basso infradito legato alla caviglia da sottilissimi lacci di pelle.
Per i bijoux realizzati con tecnica al laser: orecchini e grandi ciondoli neri che riprendono la forma dell’elemento protagonista come antichi talismani. Anche gli occhiali sono rigorosamente neri stile “JACKIE O”.

La sera è caratterizzata da abiti lunghi e voluminosi, si alternano tessuti traforati a laser con ricami di leggere paillettes e stampe geometriche velate da leggerissime organze: tutto in una raffinata armonia.
Per il gran finale la “Sposa Lettieri” prende vita da ampi e rigidi volumi realizzati con tripla organza, traforati con laser, e da grandi talismani ricamati con trasparenti e leggere paillettes.
L’ispirazione del mosaico riesce a proporre nuovi motivi decorativi in grado di dare uno stile sofisticato e aristocratico a tutta la collezione. La tavolozza di colori lucenti è molto affascinante, così come l’abito da sposa ha quel tocco di particolarità e audacia che lo rende molto interessante.
L’acconciatura curata da Francesco Beneduce ricorda uno stile orientale, caratterizzato da una coda che si annoda sul capo in tre fasi.
Il trucco leggero ed essenziale è realizzato da Raffaele Squillace.
Attilio Runellolettieri1lettieri2lettieri3lettieri4lettieri5

Unknown source

Unisex Outlet 468x60