Accademia-Factory-2015-AltaromaCome in ogni edizione estiva di Altaroma, l’Accademia Costume & Moda apre le sue porte domenica 12 luglio dalle ore 12.00 sino alle 18.00 per presentare alla Stampa, alle Istituzioni, i progetti realizzati durante l’Anno Accademico 2014-15 dagli studenti dei diversi corsi .

La grande novità di quest’anno è la presentazione della nuova iniziativa Accademia Media, Film & Arti Visive con un nuovo percorso formativo triennale in collaborazione con ARS ACADEMY RESEARCH. Per l’occasione saranno proiettati per la prima volta in anteprima mondiale, a partire dalle 14,30, gli estratti della copia lavorazione del nuovo film documentario sulla giornalista ed icona di stile Anna Piaggi, a cura di Alina Marazzi e prodotto per NDR/ARTE. Nel film sono riportate le importanti testimonianze di personaggi influenti della moda mondiale come Galatea Piaggi, Rosita Missoni, Manolo Blahnik, Stephen Jones, Jean Paul Gaultier, Franca Sozzani e Luca Stoppini. Ogni ora sarà replicata la visione del filmato sino al termine dell’evento previsto per le 18.00.

Per l’area Costume, coordinata da Andrea Viotti e Alessandra Intini, l’Accademia presenta 3 progetti laboratoriali, partendo con gli alunni del 1° anno del Diploma Accademico in Costume e Moda ( 180 crediti ECTS) che hanno realizzato costumi medievali ispirati alla pittura religiosa dell’epoca reinterpretando la laude di Jacopone da Todi “Donna del Paradiso lo tuo figliolo è priso”. Si tratta di tuniche in ghinea tinte a mano e dipinte come veri affreschi dagli studenti. Il 2° anno propone costumi in lino e cotone nelle diverse tonalità del bianco, ispirate alla riduzione inglese del testo “Miele Selvatico” di Michael Frayn.

I ragazzi del 3° anno hanno liberamente reinterpretato la pittura spagnola dei primi del 1600 di Diego Velázquez, creando costumi in juta tinta a mano. Saranno esposti i costumi realizzati per lo spettacolo teatrale DON JUAN CLUB, di Francesco Bonomo, andato in scena al Teatro Quirino lo scorso 28 maggio. Le creazioni sono state interamente progettate e realizzate dalle nostre neo costumiste Giulia Barcaroli, Veronica Giardina, Carolina Peter, Clara Virginia Povolo, Elena Anna Servidio e Marta Venditti.

Il mondo del Costume termina con una creazione di Julien Bertolin, studente del Corso individuale di Alta Formazione “L’Arte e il Mestiere del Costumista”, ispirata al ballo d’epoca (1830-32) per la Principessa Cristina Trivulzio di Belgiojoso. Un abito in lino dalla silhouette “donna a farfalla”, è stato realizzato interamente a mano, con ricami di ortensie vere e applicazioni di raso bianco sulla cinta in vita e pizzo sui polsini, in un gioco di rimandi fra le diverse tonalità del bianco.

Passando al lato Moda, saranno esposti alcuni degli outfit dei Talents 2015, Lucrezia Abatzoglu, Federico Bucari, Domizia Deiana, Margherita Feliciangeli, Federica Foglia, Debora Fossaceca, Tommaso Fux, Nicolas Martin Garcia( Primo Premio Talents 2015) e Silvia Stefanucci(Menzione speciale Accessori), che hanno sfilato durante l’edizione invernale di Altaroma il 31 gennaio 2015. Un’esposizione degli abiti realizzati per la Maison Valentino dagli studenti del Corso di Alta Formazione in Design di Moda (coordinati da Ivana Koceva e Massimiliano Pannitteri): Elisabetta Bellu, Marco Conti, Pina Gentiluomo, Palma Grande, Gabriele Bristela e Irene Simonelli.

I capi sono ispirati ai temi iconici della Maison( Fiori, Fiocchi e Drappeggio). In mostra anche due progetti laboratoriali sul draping e sullo studio dei volumi e visione tridimensionale dei capi: partendo dal moulage per arrivare alla costruzione su piano, a cura di Massimiliano Pannitteri e Alessia Vitti.

Per il mondo Accessori, coordinato da Luigi Mulas Debois, sarà possibile vedere in anteprima le creazioni degli studenti del Corso di Alta formazione in Design degli Accessori in collaborazione con FENDI, Francesco Maria Longo, Nozomi Machitani, Barbara Pavone, Nadezda Shaulova, Maria Luisa Spina, Daniela Zelli, Sara Zitti con la supervisione della Docente Raffaella Cocchi. Per Fendi i ragazzi hanno creato una micro collezione composta da una borsa, un paio di scarpe ed un accessorio nel rispetto di geometrie e grafismi, temi del DNA Fendi.

Per Charline De Luca hanno progettato una capsule collection FW 2016/17 tenendo a mente le strutture iconiche del brand “The Cut Out Wedge” e/o “Blade Heel”. Con Ballerette hanno analizzato e sviluppato un meccanismo per applicare un accessorio intercambiabile sulla tomaia della “ballerina”. Uno studio di disegni di occhialeria per L.G.R, mentre per De Couture hanno creato moodboard in 4 tavole composte da immagine d’ispirazione, trend/target, materiali e lavorazioni e cartella colori. Gli Studenti del 2° e 3° Anno Accademico propongono un laboratorio sperimentale di borse realizzate in pelle e carta (“Paper”), e borse in pelle e pvc stampato con grafiche realizzate dagli studenti stessi (“Print”).

Gli allievi del Corso di Alta Formazione in Comunicazione di Moda, Martina D’Ammassa, Laura Bolasco, Anna Cipriani, Lisa Sorce, Leda Castelli, Valeria Liberti, Kerssty Torres, Nicodemo Callà, Daniele Gennaioli, Masha Ugarova, Sophie Vande Kerhove, Giulia Mantovani e Giulia Doria, nel ruolo di fashion Editors, sotto l’art direction di Romina Toscano, Marco D’Amico e Marco Grisolìa, hanno realizzato un editoriale fotografico “Eighties R/Evolution” ispirato ai cartoni e personaggi iconici degli anni Ottanta, con una serie di still life degli accessori creati da alcuni designers dell’Accademia( Serena Iavarone, Giulia Schisano & Francesco Maria Longo, Flavia Cavasino & Monia Romano, Nozomi Machitani, Nadezda Shaulova, Federica Melpignano, Angelo De Luca).

Gli studenti del Corso intensivo di Visual Merchandising, coordinati da Elisa D’Amico, hanno progettato e curato l’allestimento delle vetrine e l’interno del negozio Natural Shoes per il brand “The Art Company” .

Emanuele Custo, assistito da Marta Neri e Lucia Migliori, ha coordinato i laboratori degli studenti del Triennio in Costume e Moda che hanno elaborato una collezione di moda con l’utilizzo di mano libera e computer grafica, una riproposizione di un costume di un film interamente disegnato al computer, e la progettazione di accessori in tavole vettoriali e raster.

Unknown source

Unisex Outlet 468x60