Rendez-vous in un locale tranquillo e poco affollato alle porte di Novara. E’ l’ora dell’aperitivo, la scruto in lontananza e la riconosco immediatamente. Mi avvicino frettolosamente e molto emozionata e le stringo vigorosamente la mano, è proprio lei: Nicoletta. Il suo blog “The scent of obsession” è cliccatissimo e commentato quotidianamente.

D’impatto mi colpiscono i suoi occhioni neri truccati ad arte, un sorriso da parte a parte e look casual, ma very very chic in puro stile Reggio! Dopo avermi confessato di essere reduce da una giornata di lavoro e di non aver osato i tacchi,  ridendo decidiamo di sederci per un drink.

Dopo qualche domanda per spezzare l’empasse iniziale parto con l’intervista!

Nicoletta, parlaci un po’ di te…

Ho 24 anni, mi sono diplomata presso un istituto tecnico di Novara e poi ho trovato un ottimo lavoro, nello specifico lavoro nell’ambito della selezione del personale. Sono nata a Cosenza ma di adozione novarese.Mirko, il mio grande amore è il responsabile della parte fotografica del mio blog, mi sprona e mi incita ad aggiornare con costanza il mio angolo sul web. Se dovessi definirmi in tre aggettivi direi testarda, orgogliosa e molto pigra!

Quando hai aperto il tuo blog?

Il primo posto risale al febbraio 2010.

Com’è nata l’idea di aprire un blog?

In verità è nato come valvola di sfogo, come un posto costruito da me dove riporre i miei pensieri che avessero come prerequisito la moda secondo il mio unico punto di vista. Ammetto che per molto tempo è rimasto segreto agli amici e alla mia famiglia…solo più avanti quando ho riscontrato il successo tra le lettrici, molti l’hanno saputo anche indirettamente come nel caso del mio datore di lavoro! Il motivo per cui avevo nascosto l’esistenza del mio blog era essenzialmente per la paura di essere giudicata, credo che molta gente inconsciamente sottovaluti il mondo della moda e lo riduca a qualcosa di effimero e questo mi dispiace.

Quando è nata la tua passione per la moda?

Ammetto che è sempre stata parte di me fin da bambina. Ho sempre disegnato abiti e non nego che il sogno era quello di diventare una stilista. Ora mi tengo informata costantemente e leggo moltissimi libri di moda, ancora adesso nei tempi morti faccio qualche schizzo!

A cosa ti ispiri per i tuoi oufits?

Spesso parto dalla location per poi decidere come vestirmi, ma non è detto che succeda la cosa inversa!

Il tuo stilista preferito?

Difficile risponderti con un unico nome, anzi me ne pentirò subito dopo…credo Chanel!

Quali sono le tue icone di stile?

Senza dubbio Kate Moss, mi riconosco molto nel suo stile anticonformista e ribelle! Anche Olivia Palermo mi piace moltissimo, molto diversa da Kate Moss agli antipodi come stile, Olivia è sicuramente più chic, la definirei molto femminile, elegante ed essenziale.

Come definiresti il tuo stile?

In una sola parola urban chic. Ciò nonostante adoro mixare capi bon ton e vintage! Ad esempio di recente mi sono letteralmente innamorata di un orologio di mio padre che ho sfoggiato nei miei ultimi post. Sicuramente sono semplice, non mi piace eccedere!

C’è un capo di cui non potresti far a meno?

Sicuramente il blazer, è versatile al 100%! Ne ho moltissimi e di molti colori. Ma anche sugli accessori ho qualche fissa per esempio adoro le collane e i tacchi lavorati!

Quali sono i negozi in cui di solito fai shopping?

Ho sempre poco tempo per curiosare, gli impegni lavorativi spesso mi frenano! Per andare sul sicuro vado a Milano spesso in Rinascente, ma faccio acquisti anche da Zara e H&M.  Per i pezzi più ricercati, come la Jambo vintage di Chanel, mi affido ad un negozietto di Novara molto interessante.

Acquisti on-line?

Si certo, non uso e-bay sono sincera! Ho comprato moltissime cose carine su asos.

I tuoi blog preferiti? E i fashion megazine?

Sicuramente Pandora, sono andata a documentarmi su di lei ed è una ragazza ricca di qualità! Crea il suo stile, inventa ogni giorno, è stupefacente in quello che fa.  Ti basta pensare che parte principalmente da opere d’arte per i suoi outfits e questo mi lascia basita! Seguo moltissimo anche le mie “colleghe” italiane tra cui “The Blonde Salad”, “The fashion fruit”, “Coop style” e “Irene’s closet”. Per quanto riguarda le riviste leggo moltissimo Glamour, Cosmopolitan e Vogue naturalmente.

Qualche domanda un po’ più personale…ti è mai capitato di sbagliare outfits?

Oddio si tantissime volte! Anzi se riguardo i primi post mi viene da ridere, sono iper critica e trovo che spesso esageravo con gli accessori e poi non valorizzavo le foto,  le facevo in ambienti chiusi e anche la qualità era pessima! Diciamo che sono nettamente migliorata!

Quante ore passi davanti all’armadio?

Ti dirò qualcosa che ti farà sorridere, ma alla sera penso a cosa mettere il giorno dopo per ottimizzare i tempi così riduco ad un’ora. Se ho un’uscita con le amiche allora le ore raddoppiano!

Qual è stata la critica che più ti ha ferito?

Anche qui ti farò ridere, il naso! Mi hanno detto che ce l’ho storto…lo so perfettamente e questo mi ha fatto rimanere male. Se le critiche sono sugli outfits in quel caso sono ben accette, sono del parere che bisogna costantemente migliorarsi.

Per cosa saresti disposta a pagare molto?

Non mi aspettavo questa domanda, ma ti rispondo senza esitazione. Il mio oggetto del desiderio è l’intramontabile “Kelly” di Hemès, magari in coccodrillo rosso scuro!

Il tuo sogno nel cassetto?

Diventare come Anna Wintour? (ride), scherzo! Mi piacerebbe moltissimo fare la consulente d’immagine, un obiettivo per il futuro sarebbe fare un’università che mi collochi in quel settore, ma parlo di sogni!

Cosa ti aspetti dal successo del tuo blog?

Nulla in particolare, tutto quello che sta arrivando è già un successo per me! Sono felicissima che molte persone mi seguano con regolarità e quello che più mi incuriosisce è che sto avendo la possibilità di conoscere moltissime persone, questo è già una vittoria!

Ringrazio di cuore Nicoletta per la sua disponibilità e l’umiltà con la quale ha affrontato l’intervista e le auguro di arrivare giorno dopo giorno a quello che aspira!

Unknown source

Unisex Outlet 468x60